Archivi tag: Coworking Artigiani

Il 2017 sarà l’anno dei Coworking Artigiani? Artigianato e Coworking sono già una realtà, per qualcuno fin dal 2011.

Il nostro “Buon Anno” per il 2017 è un augurio di sempre maggior apertura degli spazi Cowo®, anche a interpretazioni diverse e innovative del concetto di Coworking.

Ad esempio, “Coworking e Artigianato” sembra essere un tema molto forte, con sempre più spazi che cercano un’identità e un mercato al di fuori della “nicchia” delle postazioni condivise.

Su questi temi abbiamo avuto l’opportunità di aggiornarci reciprocamente nell’ultimo CowoShare, a Milano il 19 novembre 2016 (vedi qui la presentazione e qui lo Storify pubblicato dopo l’evento).

E’ stata una giornata super-interessante, grazie alla partecipazione di una serie di Coworking Communities da parecchio tempo attive con spazi “misti”, dove Coworking e Artigianato sono una realtà quotidiana che convive benissimo, creando opportunità in vari modi.

Per tutti coloro che non hanno partecipato al CowoShare di novembre 2016, ecco le presentazioni dei 6 Cowo® attivi nell’ambito dei “Coworking Artigiani”.

Come consuetudine di Rete Cowo®, anche queste slides sono state infatti pubblicate online, sul canale SlideShare di Rete Cowo®. Buona visione!

1.
Presentazione Coworking Artigiano Cowo® Como Sole
Cowo® aperto nel 2011 e dotato di facilities per il 3D Printing; attivo nella formazione per la stampa 3D e vendita di stampanti 3D/scanner 3D
Leggi anche: intervista ad Alberto Canali

2.
Presentazione Coworking Artigiano Cowo® Sovico Monza
Cowo® aperto nel 2011 con laboratori artigiani, atelier artistici di pittura e scultura su legno
Leggi anche: intervista ad Alberto Mariani

3.
Presentazione Coworking Artigiano Cowo® CNA Parma
Cowo® aperto nel 2013, attivo nella formazione, aggiornamento e tutoring di realtà artigiane sul territorio
Leggi anche: intervista ad Andrea Mareschi

4.
Presentazione Coworking Artigiano Cowo® LasciaLaScia Milano
Cowo® aperto nel 2016 con spazio dedicato alla progettazione architettonica + laboratorio artigiano
Leggi anche: intervista a Laura Berni

5.
Presentazione Coworking Artigiano Cowo® Co.Labo Milano
Cowo® aperto nel 2016, dotato di laboratorio artigiano e attrezzature di officina
Leggi anche: intervista a Eleonora Luca

6.
Presentazione Coworking Artigiano Cowo® Confartigianato Arezzo
Cowo® aperto nel2015, attivo nella formazione, aggiornamento e tutoring di realtà artigiane sul territorio
Leggi anche: intervista a Giacomo Magi e Gigliola Fontani

 

Coworking e Artigianato per Alberto Mariani: se il DNA della Brianza, valorizzato dal Coworking, fa nascere l’arte artigiana.


coworking-cowo-sovico-monza-2

La storia di Alberto Mariani di Sovico (Monza Brianza) è impregnata di Artigianato, fin dalla casa dov’è nato.

La sede della sua attività professionale, che è unita alla sua Alberto Mariano Coworking Sovicoabitazione, è infatti una filanda artigiana del secolo scorso.

Nel tempo, questa magnifica realtà si è evoluta – anche attraverso fasi di stagnazione e semiabbandono – in un luogo condiviso che, da quando è un Coworking Cowo®, ha conosciuto una nuova vita, fatta di frequentazioni di ogni tipo, ma con una spiccata vena artigiana e artistica.coworking-cowo-sovico-monza-11

E’ bellissimo vedere questi antichi muri rivivere di nuova energia, grazie alla presenza degli scultori, artisti del legno e musicisti che vi lavorano, magari non distante da un informatico e un consulente.

Un luogo che vale la pena di conoscere, e che ci verrà raccontato il 19/11 al CowoShare dalla viva voce di Alberto e di un rappresentante della sua community, l’artista Dario Brivio.

Li ringraziamo di cuore – nell’attesa di ascoltarli – iniziamo con l’intervistarli.
.
Cowo®:coworking-cowo-sovico-monza-10
Coworking e Artigianato, dal tuo punto di vista: fenomeno reale o nicchia eccentrica?

Alberto Mariani:

Francamente non so dare una risposta netta.

L’affiancamento del Coworking con la bottega artigiana-artistica di Dario è stata assolutamente casuale. Non c’è stata, da parte mia, una superiore “visione”, semplicemente si è presentato un certo Dario Brivio alla ricerca di una spazio in cui lavorare come artigiano e come artista, e dopo di lui altri sono arrivati.

In ogni caso provo a dare una risposta alla tua domanda basandomi sulla nostra esperienza di questi quattro anni e su “cosa” questa esperienza ci ha fatto diventare.

Il nostro spazio e le attività che svolgiamo siano tremendamente calate nella concretezza della realtà quotidiana e quindi da questo punto di vista siamo certamente un fenomeno reale  che opera fattivamente in un mercato sia locale sia  internazionale.

Tuttavia, mi sento di vivere e lavorare in una nicchia eccentrica o almeno particolare. Questo credo sia anche il parere di buona parte dei miei  concittadini.

Tuttavia non vedo una particolare contraddizione fra i due aspetti.  L’eccentricità può avere una qualche vicinanza con la creatività, e con il pensiero laterale diventato ora caratteristica peculiare (e di gran moda) dei creativi e imprenditori più cool.

Penso quindi che i due aspetti di cui stiamo parlando possano convivere e combinarsi tra loro continuamente in modo da creare idee e proposte innovative che troveranno la loro piena e completa realizzazione in servizi e prodotti dannatamente concreti.

Cowo®:
Come vedi lo scenario dei Coworking Artigiani tra qualche anno?
Alberto Mariani:
Proviamo per un momento a dividerli.  Quale sarà lo scenario futuro per il Coworking? E quello degli artigiani?
.
Io vivo in una zona in cui il Lavoro (con la L maiuscola) è considerato uno dei valori assoluti. In modo particolare il lavoro artigiano fatto di abilità, di dedizione monacale e di biblico sudore della fronte.
.
Ebbene tutto questo resiste tenacemente nonostante i colpi temendi che ha subito negli ultimi anni e si sta trasformando radicalmente con l’introduzione della digitalizzazione dei processi produttivi e di commercializzazione.
.
Il Coworking invece, sempre nelle nostre zone Brianzole, è  l’anomalia, la stranezza, la cosa mai vista.  Molte delle persone che vengono a farci visita trovano la cosa interessante ma strana. 
Molti si chiedono come possano coesistere (co-lavorare) gli informatici con la psicologa, l’agente immobiliare, con Attilio che di
professione fa l’ inventore. 
.
E ancora: come si possono combinare un agente di commercio con un perito meccanico che progetta e disegna presse senza poi
parlare del pianista?
.
E tutto questo “casino” come si può mettere in relazione con un artista-artigiano con il quale progettare il futuro?
.
Ancora una volta non ho una risposta chiara e precisa.
Mi sembra che questo gazzabuglio di persone, di esperienze e di attività così diverse che si intersecano, si combinano, si distaccano e si riassociano in modi imprevedibili siano la vera risposta alla domanda. 
.
Pensa a quanta energia si sviluppa in questi spazi, quante idee emergono, quanto aiuto e supporto ricevi da un confronto e da un dialogo continuo.
.
Cowo®:
Di cosa ci parlerai il 19 a Milano? 
Alberto Mariani:

Presenteremo, Dario ed io, il nostro spazio iniziando  da alcune indicazioni sul nostro territorio. In pratica  dove siamo e quali caratteristiche possiede questa zona o meglio questa parte di paese in cui noi operiamo.

I famosi cinquanta metri più innovativi della Brianza.
.
Naturalmente dedicheremo più tempo alla presentazione nostro immobile partendo da cosa è stato nel passato, da come si è trasformato fino ad arrivare a come è oggi con tutti gli spazi e le persone che lo abitano con le loro attività.
.
Ci soffermeremo in modo particolare sulla porzione utilizzata da Dario e anche sulle opere che realizza con i suoi allievi e collaboratori.
Probabilmente non useremo slides ma mostreremo CO-RA con altri strumenti.
.

coworking-cowo-sovico-monza-1

Coworking e Artigianato per Alberto Mariani

Coworking e Artigianato per Eleonora Luca: Co.Labo e la sfida del laboratorio condiviso per tutti.

Coworking e Artigianato per Eleonora Luca: Co.Labo
Da circa 20 anni Eleonora è socia di Mumble Mumble, dove si occupa della direzione artistica – e di un milione di altre cose – all’interno di quello che è un vero e proprio centro creativo.
.

L’attività di Eleonora e dei suoi soci Riccardo e Marco è infatti focalizzata sulla realizzazione di pavimenti in resina, ma è capace di esprimere talento e immaginazione a molti livelli.

Tutto questo negli ambiti del design, delle arti applicate e anche….
del Coworking, da quando – circa un anno fa – il laboratorio artigiano si è unito a Rete Cowo® ed ha creato lo spazio condiviso Co.Labo.

E’ straordinaria la fusione tra i classici desk ericcardo-finotello-coworking-cowo l’officina che hanno saputo realizzare da Co.Labo, un luogo dove i coworker utilizzano sia scrivanie sia attrezzature di laboratorio.

La testimonianza che ci racconterà Eleonora sarà quindi estremamente concreta e perciò interessantissima: iniziamo fin d’ora a entrare in tema con questa breve intervista.
.
Cowo®:
Coworking e Artigianato, dal tuo punto di vista: fenomeno reale o nicchia eccentrica?
.
Eleonora Luca:
Dal mio punto di vista non può che essere un fenomeno reale, se non ne fossi convinta non avrei aperto Co.Labo.
.
So cosa vuol dire fare un lavoro artigianale, cosa vuol dire mettersi in proprio, cercare uno spazio e cominciare un’attività.
E’ una sfida che non tutti posso permettersi di accettare.
.
Poter cominciare a muovere i primi passi condividendo spazi e strumenti Coworking artigiano cowomi sembra un buon punto di partenza per tutte le persone che ambiscono ad un lavoro artigianale/artistico.
.
Mi inorridisce la definizione “nicchia eccentrica”, non è una moda, non stiamo parlando di movimenti alternativi ma di necessità reali.
.
Cowo®:
Come vedi lo scenario dei Coworking Artigiani tra qualche anno?
 .
Eleonora Luca:
Sinceramente non lo so, fare previsioni non è mai stato il mio forte.
.
Tra qualche anno sarebbe bello poter constatare che gli spazi dedicati al coworking artigianale si sono moltiplicati e sono diventati una fitta rete per chi ha bisogno di sviluppare i propri progetti.
.
Cowo®:
Di cosa ci parlerai il 19 a Milano? 
.
Eleonora Luca:
Di una realtà semplice che fatica a prendere forma.  
Il nostro Co.Labo, un Coworking dedicato a tutti coloro che hanno bisogno di spazio per creare.
.
Artigiani, artisti, hobbisti che cercano una dimensione diversa. Di un luogo del fare aperto a chiunque.
.
Vi racconterò come nasce e quali sono i suoi punti di forza.
.

Grazie Eleonora, per l’intervista e soprattutto per la passione con cui svolgi la tua attività.
Arrivederci al CowoShare del 19/11 a Milano Lambrate!

Registrati qui per partecipare al CowoShare su Coworking e Artigianato, a Milano il 19/11 

Vedi qui presentazione e programma 

Sul tema, ti potrebbero interessare anche:

Al Coworking Artigiano di Milano gli assessori al lavoro di Milano e Rozzano, più la CNA

Vedi lo spazio di Coworking Artigiano Cowo® Milano Co.Labo

Coworking e Artigianato per Eleonora Luca: Co.Labo

 

Coworking e Artigianato per Giacomo Magi e Gigliola Fontani di Confartigianato Arezzo: come unire un territorio.

Coworking e Artigianato per Giacomo Magi e Gigliola Fontani.
Gigliola Fontani, Giacomo Magi: il loro  team è attivo – attivissimo, in realtà – all’interno di una delle istituzioni più importanti del mondo associazionistico italiano: Confartigianato.

In Confartigianato Imprese Arezzo, Gigliola Fontani è coordinatrice Federazione Comunicazione eCoworking e Artigianato per Confartigianato Arezzo Alimentare; Giacomo Magi è Responsabile Movimenti di opinione e di alcune Federazioni di Mestiere.
Siamo su un territorio dove l’artigianato è il pane quotidiano di una regione intera (non a caso, Confartigianato Arezzo è tra le sedi nazionali più rilevanti).

Il gran lavoro di Gigliola e Giacomo si svolge a più livelli: non solo danno possibilità a chiunque, sul territorio di Arezzo, di usufruire di spazi professionali collaborativi di qualità, ma portano le logiche di rete nelle filiere imprenditoriali locali.

Un continuo allacciare, unire, incentivare le relazioni sul territorio, perché in fondo una community professionale – se vista con la prospettiva giusta – non è che un grande Coworking.

Sabato 19 novembre 2016 saranno con noi a Milano per condividere la loro esperienza, e sappiamo già che sarà un intervento capace di ispirare.
Mentre li ringraziamo di questa disponibilità e apertura (ricordiamo che tra Milano e Arezzo ci sono 377 km ad andare e altri 377 a tornare), ci prepariamo ad incontrarli con una breve intervista.
.
Cowo®: 

Coworking e Artigianato, dal vostro punto di vista: fenomeno reale o nicchia eccentrica?
E inoltre: come vedete lo scenario dei Coworking Artigiani tra qualche anno?

Gigliola Fontani e Giacomo Magi:
Si tratta sicuramente di una prospettiva interessante e non troppo futuristica.

Lavorando tutti i giorni a contatto con le imprese, almeno nel nostro territorio, incontriamo ancora forti resistenze all’aggregazione e alla condivisione del lavoro specialmente per alcuni settori.

Tuttavia, pensiamo che l’evolversi del mercato, le difficoltà economiche e quindi la necessità di razionalizzare costi e risorse possano costituire una leva di sviluppo verso queste soluzioni.

Pensiamo in particolare alle micro-imprese e imprese individuali che potrebbero sicuramente avere minori ostacoli sia logistici che organizzativi per lo sviluppo di un’esperienza di sharing.

Con questa prospettiva, due anni fa abbiamo installato presso il nostro spazio una stampante 3D per metterla a disposizione di artigiani, professionisti e studenti (considerati i nostri rapporti con Licei Artistici e Istituti Professionali)  in un’ottica di interazione e sviluppo di nuovi progetti comuni.

In prospettiva di sviluppo in questo senso siamo in procinto di trasferirci nei prossimi mesi in nuovi locali che ci potrebbero permettere di sperimentare spazi di Coworking e Artigianato.

Cowo®: 
Di cosa ci parlerete il 19, a Milano?
Gigliola Fontani e Giacomo Magi:
L’evoluzione del sistema economico ci impone un ripensamento anche dei sistemi associativi e delle funzionalità che strutture come la nostra possono offrire agli imprenditori.Al fianco dei servizi tradizionali, della tutela sindacale delle varie Federazioni di Mestiere, è necessario intercettare le nuove tendenze professionali e farsi trovare pronti alle esigenze manifestate dal mercato.Prendendo spunto da realtà economiche più dinamiche rispetto alla nostra Provincia, crediamo che possa essere un’opportunità per la nostra Associazione quella di destinare una parte dei locali in seno alla nostra struttura all’attivazione di uno spazio di Coworking capace di attrarre potenziali nuovi associati tra figure professionali diverse dal nostro tradizionale core-business.Ci riferiamo a free-lance, liberi professionisti ma anche studenti desiderosi di condividere idee progettuali finalizzate alla nascita di start-up.

Abbiamo provato a sintetizzare le motivazioni alla base della nostra attività in ambito Coworking:

  • Intercettare nuove figure professionali e far conoscere le potenzialità e i servizi offerti dal nostro sistema associativo a persone che difficilmente potrebbero essere coinvolte su progetti ed iniziative
  • Creare un modello di lavoro informale ed interattivo dove lavorare bene e in ambiente condiviso
  • Creare un network ovvero una rete informale tra imprenditori/professionisti grazie alla molteplicità delle figure professionali coinvolte e delle relazioni che si possono instaurare (community)
  • Mettere a disposizione a prezzi sostenibili uno spazio in cui condividere idee e progettualità


Appuntamento al CowoShare, il 19/11 a Milano per approfondire “live”!

Registrati qui per partecipare al CowoShare su Coworking e Artigianato, a Milano il 19/11 

Vedi qui presentazione e programma 

Sul tema, ti potrebbero interessare anche:

Sul tema, ti potrebbero interessare anche:

Al Coworking Arezzo Confartigianato corso di stampa 3D

Scheda di presentazione del Coworking Arezzo Confartigianato  by Cowo®

[Video Arezzo Ora]  Giacomo Magi presenta lo spazio di Coworking alla COnfartigianato di Arezzo