Archivi tag: Voucher Coworking

Comunicare il coworking: le buone pratiche del Comune di Milano. La presentazione al CowoCamp13.

Una Pubblica Amministrazione può avere un ruolo cruciale nel promuovere e favorire le forme di lavoro flessibili che oggi stanno diventando comuni per imprese e professionisti, non solo creando occasioni per i professionisti e le imprese, ma anche promuovendo le iniziative esistenti.

Cristina Tajani, assessore al Lavoro, su Twitter

Il Comune di Milano si sta mostrando molto sensibile a questi temi e in particolare a quello del coworking: siamo stati quindi molto contenti di avere ospite al nostro Cowocamp13 anche una rappresentante dell’amministrazione, Giuseppina Corvino, che ha raccontato come il Comune si sia interrogato su come sostenere il coworking a Milano e su quali progetti abbia in corso.

Tra le attività in progress vi sono, ad esempio, la concessione di finanziamenti e spazi del Comune a costi agevolati. Ma uno degli obiettivi del Comune era creare soluzioni innovative superando l’eccessiva burocrazia, spesso percepita come un ostacolo per i cittadini che vogliano dialogare con l’Amministrazione.


E una prima iniziativa è arrivata: i voucher da 1500 euro per i coworker che utilizzino gli spazi di coworking mappati dalla Camera di Commercio (si può presentare domanda per i voucher in qualsiasi momento), un incentivo per promuovere l’utilizzo di una pratica innovativa.

Ma il Comune di Milano sta facendo anche un lavoro significativo nel comunicare questi progetti, a partire dall’assessore Cristina Tajani, che spesso parla di coworking e prende parte a iniziative per dialogare con chi opera sul territorio.

Inoltre, vediamo che sperimentano volentieri nuove forme di comunicazione – basti vedere il video di presentazione degli spazi di coworking a Milano, che abbiamo segnalato ieri.

Non male per una “burocraticissima” Pubblica Amministrazione, no?

Ma il coworking crea valore? Al CowoCamp 2013 lo chiederemo anche al Comune di Milano.

Barcamp Coworking Milano

Come l’anno scorso, abbiamo avuto la conferma che il Comune di Milano parteciperà al CowoCamp.

In particolare, sarà possibile discutere i primi risultati ottenuti dagli incentivi economici al coworking offerti in città da Comune e Camera di Commercio, di cui abbiamo più volte parlato.

Parlando di valore del coworking,  sentire la voce della città che – probabilmente prima al mondo – ha proposto gli aiuti economici al coworking è senz’altro di grande interesse.

Mentre ringraziamo i responsabili del settore Settore Innovazione Economica Smart City e Università, ricordiamo che gli spazi di coworking a Milano sono ormai una realtà abbastanza diffusa (solo la rete Cowo ne conta 20).

Dopo la diffusione dei bandi legati agli incentivi, il Comune ha di recente creato la lista degli spazi accreditati, presso cui è possibile spendere i voucher oggetto degli incentivi.

[ATTENZIONE: AGGIORNAMENTO 2015 – I BANDI 2015 DEL COMUNE DI MILANO PER GLI INCENTIVI AL COWORKING SONO A QUESTA PAGINA]

Milano e il coworking: un esempio per 8.091 comuni italiani.

Comune e Camera di Commercio di Milano per il Coworking

L’hanno annunciato il 27 dicembre 2012.

E il 26 marzo hanno aperto i bandi.

Parliamo del Comune e della Camera di Commercio di Milano, e dei provvedimenti presi per favorire l’utilizzo degli spazi di coworking in città:

Finanziamenti per 198.240 euro da parte del Comune, e per 100.000 euro da parte di Camera di Commercio.

Nel dettaglio, il provvedimento prevede due misure:

Misura 1:
Per la costituzione di un elenco qualificato di spazi di coworking
(inizio presentazione domande 26 marzo 2013)

Misura 2:
Per l’erogazione di voucher a favore di giovani coworker
(inizio presentazione domande 26 aprile 2013)

[AGGIORNAMENTO 2015: LA PAGINA DOVE SCARICARE I BANDI 2015 SI TROVA A QUESTO LINK]

Abbiamo detto varie volte come l’approccio delle istituzioni milanesi ci sembri corretto verso chi già è attivo con spazi di coworking sul territorio, riuscendo ad essere anche di forte stimolo, e non solo per l’aspetto finanziario.

La soluzione di erogare il finanziamento attraverso voucher per i coworker – ad esempio – favorisce il coworking attraverso il suo elemento più importante: le persone che frequentano gli spazi.

Non è facile per le istituzioni muoversi con questa sensibilità: questo di Milano è senz’altro un esempio da seguire per… gli altri 8.091 comuni italiani :-)

Vi terremo informati sugli esiti di questa iniziativa, che secondo noi è partita con il piede giusto e può essere un esempio anche al di fuori dell’Italia.

(Non è bello poter parlare bene delle nostre istituzioni? Bello che sia il coworking a darci questa opportunità!).

Nel video qui sotto, girato nel marzo 2011, il punto di vista del fondatore della rete Cowo sul rapporto tra istituzioni cittadine e coworking.

[youtube=http://youtu.be/aq8vz90Yj0Y]