Archivi tag: coworking

Un giorno al Coworking di Savona. Un Cowo vicino ai professionisti, ma anche… al mare.

Porto di Savona

Oggi per la nostra attività #MyCoworkingDay ci ritroviamo vicino al mare.

Data la stagione, non ci dispiace per nulla e… dopo aver conosciuto la Coworking Community di Savona Centro, ci saranno ancora più motivi di soddisfazione.

Ma una cosa per volta: la parola a Cristina, Cowo® Ambassador ancora una volta in viaggio alla scoperta dei Coworking d’Italia!

Oggi mi trovo a Savona, il mare è quello Ligure e la città è di quelle in cui, passeggiando sotto i portici, percepisci sia l’odore della distesa blu, sia il volto più rilassato di chi sa di avere la bellezza della natura a pochi passi.

Lo spazio Coworking di Savona Centro si trova vicinissimo al mare ma anche alla stazione, ai negozi, alla piazza principale, insomma: in centro.

Già prima di arrivarci ho come l’impressione che sarà una bella giornata.

Ad aspettarmi c’è Italo che, di fronte al mio consueto ritardo e al fatto che inizialmente non trovi l’indirizzo giusto (si trova in Via Paleocapa 21/A ma non è accanto al civico 21, bensì separato da una piccola strada)  mi risponde con un accogliente:

“Non ti preoccupare, ti aspettiamo e non vediamo l’ora di averti tra noi”.

E accoglienza è e sarà la parola d’ordine dal momento in cui esco dall’ascensore, per tutta la giornata.

Appena entrata, resto colpita dall’atrio dove ci trovo un divano, un bellissimo quadro e una bacheca con informazioni sul Coworking, ma anche volantini e manifesti su ciò che accade in città.

Questo Coworking mi si presenta con caratteristiche speciali: un palazzo d’epoca, stanze ampie, soffitti alti.

L’iconografia del Coworking lo descrive spesso in ambiente metropolitano, magari ex-industriale… a Savona nulla di tutto questo.

Ci troviamo infatti in un edificio storico, con grandi ambienti comunicanti tra di loro, e con presenza di un bel corridoio pieno di libri (sì, qui si fa bookcrossing!).

Punto di arrivo dell’alloggio sono due grandi sale in fondo, con addirittura il camino.

Ed è proprio in una di queste che oggi il Cowo® Savona Centro  ospita un corso di Sicurezza sul lavoro, a beneficio di alcuni funzionari di una banca locale.

coworking Savona

Ma ogni stanza ha qualcosa da raccontare e persone da cui “rubare” storie.

Nella prima, incontro Luca e Alexander – geometra il primo e tecnico informatico il secondo – insieme a Maria Pizzamiglio, che è tra i soci fondatori dello spazio Coworking.

Maria è di Finale Ligure, e subito ci mettiamo a chiacchierare sul suo lavoro, su dove vive, sulle scelte della vita.

coworking savona

È uno di quei momenti in cui sai che hai un lavoro da finire, tanti impegni che ti pressano dall’agenda, ma parlare con gli altri ti regala ossigeno… la sensazione è che la vita è qualcosa di più che lavorare dietro un computer.

E per un freelance, preso da mille scadenze e impegni, asdcoltare le storie degli altri è un toccasana.

Specie se, come me, fai il giornalista.

Italo è, invece, il mio cicerone della giornata… è lui che mi racconta quanto succede al Coworking durante l’anno.

Organizziamo corsi di yoga ma anche cene medievali, ci divertiamo perché c’è un sacco di gente.

coworking savona

E questa è in effetti la cosa che mi colpisce di questo Coworking: la varietà delle persone e delle professionalità.

Oltre ad Architetti e Designer, incontro poi anche Deborah, di professione grafologa.

Ne resto letteralmente affascinata.

Lavora principalmente con i bambini, con i quali svolge attività di rieducazione; si occupa inoltre di perizie per i tribunali. Mi dice:

Ho scelto il coworking perché cercavo una soluzione che non fosse impegnativa come un ufficio.

Ho conosciuto questo spazio qualche anno prima perché sono venuta per una consulenza e ho scoperto che per me era la soluzione adatta.

In effetti siamo in una stanza piena di colore e di luce:

Il posto ideale per i bambini. Spesso le mie attività di rieducazione prevedono che i bambini reimparino la manualità, il gesto della scrittura ed è importante che l’ambiente favorisca tutto questo. Devo dire che loro sono sempre molto a loro agio qui.

Stanza che, a giorni alterni, Deborah divide con Roberta, psicologa che lavora con l’arteterapia (e infatti i colori qui la fanno da padrone).

Poco più in là, nella stanza dove lavoriamo io e Italo, conosco anche Simona e Francesca: con loro parlerò più tardi perché ora devo concentrarmi sul lavoro qualche ora.

Il posto è tranquillo e, oltre ad avere tanto spazio, il fatto di essere in stanze separate, con massimo 4 persone, aiuta a concentrarsi.

In caso si voglia poi fare una pausa insieme, il divano all’ingresso e la cucina con torte e succhi di frutta sono un buon motivo (e una piccola tentazione!) per lasciare la scrivania.

coworking savona

Al momento del pranzo, in una piazzetta carinissima di Savona, ho modo di approfondire la mia conoscenza con Italo e Fabio.

Il primo, sempre tra i confondatori dell’associazione Co.Sa, di mestiere fa lo sviluppatore e lavora da remoto per un’azienda di Rapallo.

Scopro che non ha sempre vissuto in Liguria, ma è stato anche a Milano e che alla fine ha scelto di vivere in campagna e di fare ogni mattina la spola tra casa sua e Savona.

Vuoi mettere? Ho un posto dove posso staccare da tutto, posso coltivare delle cose e soprattutto la vista è splendida!

Fabio invece è pugliese, originario della provincia di Barletta, ma ha vissuto ad Alessandria dai suoi zii finché non ha deciso di trasferirsi in Liguria.

Ma i suoi cambiamenti non finiscono qui: fino a gennaio era dipendente, dopodiché ha deciso di mettersi in proprio.

Cosa fa? Il programmatore, ma non pensate a qualcuno chino sul computer tutto il giorno, proprio no!

Trasorriamo la pausa pranzo parlando di un sacco di cose: una siciliana e un pugliese in Liguria non possono che parlare… del Sud, ma poi passiamo a raccontarci della sfera lavorativa, e di quanto sia sfidante passare dall’essere dipendente al lavoro in proprio.

Su questo, l’ho anticipato solo di qualche mese, ecco perché mi sento di dargli qualche consiglio.

Il pomeriggio passa tra lavoro e qualche selfie (non ne siamo molto capaci a dire il vero), finché non scappo per prendere il treno verso Finale Ligure.

La stazione è vicina, quindi spostarsi negli altri comuni non è un problema.

coworking savona

E Finale, il giorno dopo, sarà la dimostrazione che il mondo è più piccolo di quanto crediamo: passeggiando incontro Maria.

Ci salutiamo, parliamo della sagra dove vorrei andare la sera e lei mi dà qualche consiglio.

Se dovessi scegliere in assoluto un motivo per lavorare in un Coworking, questo che ho provato al Cowo® di Savona sarebbe al di sopra di tutto: la sensazione di non sentirti mai solo, e di trovare sempre quello che cerchi.

Vi pare poco?

Vai al sito di Cowo® Savona Centro

Vai alla pagina Facebook di Coworking Cowo® Savona Centro

My Coworking Day: diario di un giorno al Coworking Roma Monteverde, dove lavorare fa rima con star bene.


Al Coworking Roma Monterverde Villa Pamphili eravamo già stati con Massimo Carraro, ma questa volta a visitarlo sono stati la nostra coworker Cristina che ci è andata insieme a Riccardo, con il quale collabora a diversi progetti.

Mentre Cristina gira spesso i coworking per il progetto #1giornoalcowo, Riccardo, blogger di Mysocialweb, è abituato a lavorare da casa ed è una delle prime volte che testa uno spazio Coworking.

Ecco com’è andata.

Tornare nella capitale, per me che ci ho vissuto per 3 anni, è sempre un miscuglio di emozioni: si va dalla gioia del ricordo, si passa dal riassaporare la nostalgia fino ad arrivare a quella voglia di mantenere un distacco da un posto che sì hai amato, ma dal quale te ne sei andata volutamente.

Fortunatamente questa esperienza romana è caratterizzata da una nota sicuramente positiva: vado a scoprire lo spazio Work[in]Co a Roma Monteverde, in viale Villa Pamphili 74, nella parte vecchia del quartiere  Monteverde.

L’occasione, d’altra parte, è duplice: c’è un evento dedicato al web marketing il giorno dopo la visita al Cowo® e allo stesso tempo ne approfitterò per lavorare con Riccardo, con cui seguo alcune cose.

Roma, per me che vivo a Milano e per lui che vive a Napoli, si rivela infatti un’ottima scelta a quasi metà strada.

Bello arrivare al Cowo® insieme, abbandonando il traffico del centro, grazie all’autobus 75 da Termini, tra chiacchiere di lavoro e sguardi su questa zona residenziale e piena di verde.

Visto da fuori il Coworking Cowo® Roma Monterverde non sembra affatto tale: si trova dentro un villino a due piani, si entra da un cancello in ferro, si percorre una stradina, si va in discesa per poi risalire le scale e appena si entra c’è un bel murales.

Come ho detto: siamo in una zona lontana dai clacson di Termini o di Porta Venezia, si respira pace e tranquillità, il che è un buon presupposto per iniziare a lavorare.

Ad accogliere me e Riccardo, al primo piano, sono Beatrice e Chiara, partner dello studio di Architettura che ha sede al Coworking, e Cowo e  Manager dello spazio.

Il primo piano è l’area coworking vera e propria, con 3 grandi stanze in cui ci sono diversi professionisti: chi fa l’assicuratore, chi si occupa di ricerche di mercato, chi lavora in una casa editrice e tanti altri ancora.

Salendo le scale, ci imbattiamo in una vera sorpresa: l’ampia terrazza con sdraio, tavolini… c’è chi prende il sole, chi si gode la pausa dal lavoro, chi parla al telefono e passeggia, cercando di godersi anche la bella giornata.

“La terrazza per noi è un luogo magico”, dice Beatrice “e ci organizziamo diversi eventi, come apericorsi, concerti e degustazioni”.

Beatrice suona la chitarra, così come  Riccardo suona in un gruppo per diletto e mentre loro parlano di musica e altro, io mi godo sole e relax.

Prendo un caffè in cucina e lo sorseggio guardando Roma dall’alto raccogliendo così la concentrazione necessaria per l’attacco del prossimo articolo e pensando a delle proposte che devo fare per una nuova collaborazione.

D’altra parte, si sa, le idee vengono proprio quando non le cerchi, in un momento apparente di noia e in cui sei lontano da qualsiasi dispositivo elettronico.

Tra progettazione di blog, scrittura di articoli, pareri sulla SEO, la giornata lavorativa mia e di Riccardo scorre tranquilla con in mezzo una tappa piacevole: quella del pranzo.

Che, ovviamente è in terrazza, e con un’ottima pasta al pesto.

Le chiacchiere qui si inseguono: parliamo di growth hacking (processo di sperimentazione molto rapida attraverso una serie di canali per far crescere il business), di Londra, di architettura, eventi romani e di tanto altro.

Poi si ritorna al lavoro: il coworking  è come sembra da fuori: un posto piacevole, silenzioso al punto giusto e con spazi per “decomprimersi” quando si è troppo tesi.

La pensa così anche Riccardo:

“Difficilmente trovo la giusta motivazione per lavorare in un coworking, perché sono legato alle mie abitudini. E ai miei tempi. Però io qui mi sono sentito a casa: l’atmosfera era tranquilla ma vivace al tempo stesso, c’era la calma necessaria per lavorare senza problemi ma anche l’elettricità che si respira nei luoghi in cui fermentano e sedimentano le idee. Il pranzo all’aperto, poi, è stato speciale: il sole che si gode sulla terrazza è unico“.

Vai alla scheda di presentazione Coworking
Cowo® Roma Monteverde

Vai alla pagina Facebook di Coworking Cowo® Roma Monterverde

Un giorno al Coworking in centro a Lecco, tra lago, lasagne e un ottimo prosecco.

Coworking Lecco

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei Cowo® d’Italia #1giornoalcowo

Questa volta la nostra coworker Cristina ha visitato lo spazio nel centro di  Lecco Centro.

Vedrai, siamo vicinissimi alla stazione.

Se dovessi avere bisogno, ti vengo a prendere

Così mi dice Alberto via sms.

Eh già, per oggi vado in un posto speciale: al Cowo® Lecco Centro!

Una volta arrivata alla stazione, il mio occhio si perde tra il verde della montagna e l’azzurro del cielo. Lecco mi mostra quello spazio che a Milano quasi dimentichiamo.

La stazione ha poi una cosa che mi piace tantissimo: una piccola nicchia dedicata al bookcrossing! Adoro :-)

Corso Matteotti 5 – ha ragione Alberto – è a due passi dalla stazione.

Se spengo Google Maps… scopro che un sottopassaggio mi porta direttamente dalla stazione di Lecco al Cowo® in soli 3 minuti.

Il Cowo® si trova nel Parco Broletto, costruito “dove prima aveva sede la storica acciaieria Antonio Badoni, di cui rimane l’edificio neogotico del Broletto che dà il nome al complesso”, mi spiega, venendomi incontro, Alberto.Coworking Lecco

Sì: oltre a fare il Cowo®  Manager, è un architetto, si occupa di urbanistica e quando parla della sua città, lo fa con una passione che conquista.

Qui hanno sede tante aziende e vicino al Cowo® c’è l’ACI tant’è che molti suonano alla porta “chiedendo informazioni sul bollo o sul rinnovo della patente”, mi raccontano i coworker ridendo.

Il posto è spazioso e luminoso, la prima impressione è buona.

Oggi lavorerò insieme a Giorgio e Luca che progettano barche, a un altro Alberto, perito chimico, e a Mariagrazia, mamma di Alberto, architetto anche lei.

Architettura e Coworking: qui a Lecco si mescolano alla perfezione. 

Quella di Alberto è una famiglia di architetti – tranne il fratello che come me è giornalista – ognuno specializzato in un settore specifico, come lo era anche il padre.

Tutto ha avuto inizio nel 2014… in Spagna, anzim con più esattezza, a Valencia.

È stata infatti un’amica spagnola di Alberto a consigliargli di lanciarsi nel Coworking.

Il nostro lavoro ci porta sempre in giro e così, quelle volte in cui ero in ufficio, mi capitava di trovarmi per tante ore  da solo, senza parlare con nessuno.

Allora mi sono detto ‘Perché non provarci?’

Alberto e gli altri coworker incarnano perfettamente quello che è il clima negli spazi condivisi: si raccontano aneddoti, si scambiano battute e dimostrano di conoscersi bene, oltre a essere perfettamente consapevoli del lavoro e delle competenze degli altri.

Arriva l’ora di pranzo e scopro che… Mariagrazia ha cucinato le lasagne! :-)

La sala riunioni si anima e mangiamo insieme… il piatto è uno dei miei preferiti, il prosecco portato da un coworker è squisito e, chacchierando piacevolmente, imparo molto cose sulla città di Lecco e i paesi intorno, da cui provengono alcuni coworker.

Una cosa che mi piace molto è scoprire che Giorgio e Luca devono al Cowo® il loro incontro professionale: qui si sono conosciuti e hanno iniziato la collaborazione.

coworking Lecco

Liberata la sala riunioni dal pranzo, vengo a sapere che è anche la sede di incontri riservati per avvocati e psicologi che di frequente si appoggiano al Cowo® per meeting e colloqui.

Una delle cose belle di questo spazio è che la sala riunioni è gratis per chi ha la scrivania qui.

Ecco il perché, nelle parole del Coworking Manager Alberto:

Credo sia importante che i coworker abbiano un loro spazio dove riunirsi, anche all’improvviso.

Per questo la sala è sempre a loro disposizione

Una cosa di cui va particolarmente fiero Alberto è il firewall di nuova generazione che permette ai vari professionisti, di passaggio e non, di collegarsi a Internet tramite reti diverse.

Ci tengo per due motivi.

Primo, si garantisce la sicurezza e la riservatezza dei documenti di ognuno, secondo  se uno di noi viene attaccato da un virus questo non va a infettare nessun altro PC, oltre al suo

Mi viene infatti fornita una password provvisoria, oltre a una scrivania che mi consentono di lavorare con serenità per tutta la giornata.

Ma ovviamente, da giornalista, non posso che fare domande e così scambio qualche parola con Mariagrazia, che mi confida:

Con il Coworking ho trovato una bella dimensione, ti permette di non stare sui progetti tutto  il giorno in solitudine.

Inoltre parliamo di argomenti diversi, conosciamo gente diversa…

Insomma, al mattino è bello sapere che in studio incontrerai persone con cui affrontare la giornata di lavoro, che non sempre è semplice

E se poi, a due passi, c’ un lago meraviglioso… beh,  il posto di lavoro guadagna ancora qualche punto  ;-)

Vai alla scheda di presentazione di Coworking Cowo® Lecco Centro

Vai alla pagina Facebook di Coworking Cowo® Lecco Centro

 

Quartiere Vanchiglia, Torino: benvenuto Cowo Torino/Corso Regina Margherita!

Coworking Cowo Torino/Corso Regina Margherita

Siamo nel cuore di Torino, nel quartiere Vanchiglia, tra i più interessanti e dinamici della città: è proprio qui che sorge Cowo Torino/Corso Regina Margherita.

Ospitato all’interno dell’agenzia creativa Adfarm and Chicas srl, lo spazio dedica l’intero piano terra al coworking, con sei postazioni, varie attrezzature e una sala riunioni.

Il coworking si trova in centro, a due passi dai principali luoghi d’interesse della città, dal Museo Nazionale del Cinema a Palazzo Reale, da Piazza Vittorio a Piazza Castello.

Un ambiente luminoso, un contesto pieno di idee, una città affascinante: non vorrete più andarvene!

Vai alla scheda di Cowo Torino/Corso Regina Margherita.