Archivi categoria: – Coworking Lombardia

Gli spazi di coworking presenti in Lombardia, affiliati al network Cowo.

Coworking con affresco in sala riunioni? Nuovo Cowo® Milano/Vincenzo Monti!

C’è un bellissimo affresco, sopra la postazione di lavoro e i posti in sala riunioni, presso il nuovo spazio di coworking Cowo® che vi presentiamo oggi… e non stupisce, perché ci troviamo in una delle via più eleganti e storiche del centro città milanese.Coworking con sala riunioni a Milano in via Vincenzo Monti

In via Vincenzo Monti, al 5/a, la società Synersea apre i propri uffici –  affacciati su un cortile interno nei pressi della Stazione Cadorna – ai coworker e nomad worker cui serve una postazione di lavoro o una sala riunioni.

Comodità con i mezzi pubblici e i treni, prestigio della location, comfort interno sono tra i molti vantaggi che offre il nuovo spazio Cowo®, senza contare che… alzando gli occhi dal computer si può soffermare lo sguardo su un’opera d’arte.

Quindi, chi cerca un coworking con sala riunioni a Milano in via Vincenzo Monti… l’ha trovato.

Buon lavoro a tutti, con Rete Cowo® – Coworking Network!

Visita la scheda di presentazione di Coworking Cowo® Milano/Vincenzo Monti

Coworking con sala riunioni a Milano in via Vincenzo Monti

 

Un workshop di 3d printing, un coworking non Cowo®, un regalo a una ragazza cieca.

Corso Zbrush A Milano Coworking

Ci sono molti buoni motivi per dare notizia dell’ultima iniziativa di Cowo® Como/Sole, conosciuto anche come centro di smanettoni in 3d printing e rivenditore di stampanti 3d (quella che abbiamo nella nostra sede, al Cowo® Milano/Lambrate, viene da lì).

Andando con ordine, si tratta di un workshop dedicata a un software di modellazione 3d estremamente interessante: ZBrush.

E il docente incaricato, Simone Rasetti, è tra le persone più competenti in Italia: uno scultore “vero”, che conosce le tecniche tradizionali della scultura e le applica nelle sue opere. Da tempo Simone si dedica alla scultura digitale utilizzando principalmente il software ZBrush, ed applica le sue conoscenze nel settore dei beni culturali, per la ricostruzione di opere d’arte.

Il workshop – previsto a Milano per il 30 gennaio 2016 – si svolgerà inoltre in uno spazio di coworking, il maker space Yatta! in zona Garibaldi. Non è uno spazio Cowo® ma… lo conosciamo e possiamo dirvi che è bello lo stesso ;-)

Infine, una storia particolare, che ha il merito di far capire in modo semplice e immediato, il valore che può avere una tecnologia.

Durante il workshop verrà stampato un volto, da una vecchia fotografia: il ritratto di un giovane da bambino. E fin qui, nulla di che (a parte il fatto che stampare un volto da una foto non è proprio alla portata di tutti…).

Il bello è che questo volto tridimensionale ottenuto dalla foto sarà il dono per una ragazza cieca da parte del suo fidanzato, così da soddisfare il suo desiderio di vedere il volto del suo boyfriend quand’era bambino.

Come vedete, il valore di questo workshop non è solo quello – pur molto alto – dei suoi contenuti formativi e tecnologici.

Per informazioni e iscrizioni, il Cowo® Manager Alberto Canali è a vostra disposizione via mail, oppure anche al numero 031/33.72.106.

Appuntamento a Milano il 30 gennaio, nel frattempo godiamoci questo bel video sul software ZBrush.

.

Opera, città metropolitana di Milano: Coworking Cowo® c’è.

Spazio coworking a Opera, Milano.
Nei 1500 kmq della città metropolitana di Milano, i 134 comuni presenti ospitano circa 3 milioni di persone.

In questa cintura produttiva densamente popolata, anche di attività produttive e professionali, sono sempre di più gli spazi di lavoro condiviso che entrano nel progetto Cowo® per unirsi a un’idea di rete che trova nell’utilizzo degli spazi la sua piattaforma operativa.

.
Oggi vi presentiamo il nuovo coworking Cowo® nel centro diCoworking affiliato alla Rete Cowo a Opera - Milano Opera, in via Leopardi 2: postazioni e sala riunioni già pronte ad accogliere i coworker e i nomad worker della zona.

Mentre diamo il benvenuto alla nascente coworking community, ringraziamo i responsabili per aver scelto Cowo®, e vi invitiamo a visitare subito la scheda di presentazione qui sul nostro sito, e successivamente di andare di persona a vedere il nuovo Cowo®.

In bocca al lupo a tutti!

Vai alla scheda di presentazione di Cowo® Opera/Milano

Dieci domande ad Alberto Mariani, da 5 anni Coworking Manager a Sovico (Monza Brianza).

Alberto Mariano Coworking SovicoEra il 2011 – esattamente il 10 gennaio – quando Alberto Mariani entrava nella Rete Cowo® con il suo bellissimo spazio di archeologia industriale a Sovico, in provincia di Monza Brianza, a pochi km da Milano ma in un ambiente culturalmente lontano dalla metropoli lombarda.

Da quel giorno, la ex-tessitura di Via Giovanni da Sovico 96 è stata molte cose diverse, e continua a proporre un’idea di spazio professionale condiviso in grado di attrarre talenti di molti tipi, che sembrano armonizzarsi nel momento in cui entrano al Cowo®.

Coworking community Cowo Sovico MonzaAlla vigilia del quinto anniversario di coworking, siamo andati a incontrare questa community.

Naturalmente, non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di fare…

Dieci domande ad Alberto Mariani, da 5 anni Coworking Manager a Sovico

Cowo:
Alberto, come si è evoluta la tua idea di coworking, in questi 4 ann
i?

Alberto:
All’inizio è stata principalmente la necessità di utilizzare uno spazio, ma abbiamo capito in fretta che lo spazio era collegato in modo importante con ciò che si svolgeva al suo interno.

Cowo:
E come vi siete mossi?

Alberto:
Abbiamo abbiamo cominciato ad animare lo spazio con eventi e attività varie, cercando di favorire la nascita di relazioni positive.

Un passaggio importante, poi, è stato l’arrivo dell’artista DarioCoworking a Sovico (MB) Brivio: con lui abbiamo trovato una bella spinta per creare la giusta attenzionalità allo spazio, anche grazie alle molte persone che ruotano intorno al suo lavoro.

Unendo le energie e le idee, con Dario siamo riusciti a fare molte cose.

Cowo:
Qualche esempio?

Alberto:
Intanto il lancio dello spazio di Dario all’interno del Cowo®… poi altri eventi, ad esempio quello deidcato agli handprint e blockpront con la famosa signora Zucchi, iniziativa che ha visto all’opera anche un artista che trae ispirazione dal mondo tessile.

Un altro importante momento di contatto tra lo spazio e il territorio  è stata la serata dedicata al paradigma dell’eccellenza italiana “Italian Factor” nel lavoro, con relazione del prof. Francesco Morace.

Nella stessa sera abbiamo anche avuto le performance artistiche di una musicista e dell’artista visivo Alex Sala.

Anche in questa occasione, il Cowo® ha fatto da aggregatore di persone e interessi qui sul territorio: la gente è uscita di casa per venire al Cowo® e partecipare a una serata molto stimolante.

Poi le Master class musicali, tenute sia nel 2014 sia nel 2015: attività di alto valore artistico, quasi 10 giorni di musica di livello.Coworking Sovico Andrea Micucci

E nate da uno dei nostri coworker, Andrea Micucci, che al posto della scrivania ha un pianoforte a coda.

Cowo:
Tutto questo è stato raccontato?

Alberto:
Certo! Non dimentichiamo che il primo libro italiano sul coworking è stato scritto sulle nostre scrivanie, prima di essere presentato in tutta Italia…

Postazioni in coworking a SovicoCowo:
Il coworking funziona solo nelle grandi città, afferma qualcuno.
Cosa ne pensi tu che gestisci un Cowo in un paese di 8.000 abitanti?

Alberto:
Non è così automatico… da un lato è vero che nelle nostre periferie si arriva un po’ dopo le città, ma alla fine l’esigenza c’è, e non appena la proposta viene compresa, è molto valorizzata.

Almeno, così è stato per noi.Spazio Coworking Cowo Sovico

Cowo:
Coworking e Brianza: che rapporto suggerisce questo connubio? Com’è stato recepito?

Alberto:
Non ancora appieno, in particolare dalle istituzioni, che si sono interessate ma non hanno approfondito.

L’interesse dei nostri amministratori finora è stato estemporaneo, speriamo che gli stimoli portati nel nostro piccolo ambito venissero rilanciati in scala maggiore da chi ne ha le possibilità istituzionali.

Cowo:
Spesso gli spazi di coworking trovano notorietà online, via web,  prima che sul territorio.
Voi come avete pensato di farvi conoscere nell’ambiente in cui operate?

Alberto:
Siamo costantemente alla ricerca di modi per dare sostanza al fenomeno del passaparola.

Crediamo che solo proponendo eventi e contenuti di valore si riesca a far passare un messaggio corretto, cioè che il coworking non è una moda passeggera o un’opzione meramente conveniente, ma qualcosa di importante, inerente alle relazioni e alla vita professionale.

Una piccola idea che però ci sta dando molta soddisfazione proprio con chi passa davanti al nostro spazio in via Giovanni da Sovico è il book-crossing.

Più di una persona, tra chi vive o lavora nelle vicinanze, ha trovato l’occasione di fermarsi ed entrare al coworking, grazie alla proposta dello scambio di libri offerta davanti alla porta del Cowo®.

Spazio Coworking a SovicoCowo:
Gli interlocutori del Cowo: dai coworker agli amministratori pubblici a…

Alberto:
Tra gli interlocutori del nostro spazio di coworking, ci sono diversi tipi di matrici.

Ci sono i professionisti, coloro che lavorano nei settori informatica, consulenza, coaching; poi la matrice artistica e culturale, molto forte grazie ai numerosi coworker attivi, anche con corsi ed altro  (peculiare e legato alla tradizione del territorio il corso di scultura del legno); infine il mondo produttivo legato a iniziative pionieristiche e di eccellenza.

Cowo:
In tutto questo qual è il ruolo della Rete Cowo?

Alberto:
Innanzitutto possiamo dire che l’idea dello spazio di coworking è correlata a un’idea di rete: non c’è coworking senza network.

Questo vale a tutti i livelli: informazioni, relazioni, sviluppo di progetti comuni.

Per noi questa è l’interpretazione della realtà del network Cowo®, che abbiamo avvicinato ormai quasi cinque anni fa: secondo noi il lavoro di Rete non sia finalizzato a se stesso ma parte da ognuno di noi per ricollegarsi al lavoro di molti altri, in un continuum virtuoso.

Cowo:
Nella tua normale attività professionale, come è vista la realtà dello spazio di coworking?Coworking Cowo Sovico

E’ vista con attenzione e con benevola partecipazione: ho ricevuto già varie volte manifestazione d’interesse da parte di miei contatti anche internazionali.

Non è detto che presto non vi sia, tra i nostri coworker, anche qualche cliente della mia società!