Archivi categoria: CowoCamp 2013

Ricca agenda di interventi il 29 giugno da Michele Vianello al Comune di Milano. 10 minuti ciascuno per parlare di coworking al quarto CowoCamp organizzato dalla rete Cowo.

Nasce l’Osservatorio Cowo sul Coworking. In tutta Italia, da oggi.

spazio co-working rete cowo a pesaro postazioni lavoro e riunioni

Operativo da oggi  l’Osservatorio Cowo sul Coworking: un laboratorio di ricerca permanente su lavoro, sostenibilità, business condiviso.

Ci abbiamo pensato molto, ci siamo decisi perché è chiaro che una rete di oltre 80 spazi è qualcosa di rilevante, non solo per noi che la gestiamo, ma per tutti gli ecosistemi che le nostra rete di coworking tocca, con la sua presenza, in tutta Italia.

Un lavoro di ricerca serio, strutturato metodologicamente, affrontato con strumenti e competenze professionali secondo un programma coerente, definito nel tempo, è quanto Cowo intende offrire alla coworking community italiana.

L’Osservatorio Cowo sul Coworking si rivolge quindi a tutti, e in particolare:

  • ai nostri affiliati
  • a chi utilizza gli spazi, e desidera essere parte consapevole di una realtà dinamica
  • alle università e coloro che studiano la sharing economy
  • alle istituzioni, che mai come in questo periodo ci studiano e si interessano a noi
  • a chi è impegnato a trasformare il coworking in attività imprenditoriale e in posti di lavoro
  • a chi è interessato a investire, sia esso attore pubblico o soggetto privato
  • a chi, come noi, non si ferma ai risultati acquisiti, ma desidera uno sguardo più profondo

Cowo è un mondo straordinario, fatto di storie talvolta davvero interessanti, il cui valore rimane in un certo senso “chiuso” all’interno del network.

Chi ci conosce e ci frequenta sa dov’è il valore; chi è all’esterno non sempre riesce a individuarlo.

Il lavoro che ci apprestiamo a svolgere ha proprio questa missione:

Conoscere e studiare il valore della rete Cowo, sia nel momento attuale, sia nella sua evoluzione.

Ivana Pais
Ivana Pais

Si tratta di un lavoro lungo – anzi: permanente – che è iniziato proprio oggi con le prime videointerviste ai CowoManager.

La ricerca è diretta e supervisionata da Ivana Pais, ricercatrice in Sociologia Economica dell’Università Cattolica di Milano, il cui lavoro sul coworking e la sharing economy è conosciuto ed apprezzato.

Per la rete Cowo, inoltre, Ivana è una presenza conosciuta grazie alla sua partecipazione alle attività di Cowo, inclusi i CowoCamp; riportiamo qui sotto l’intervento che ha tenuto al CowoCamp13, il 25/6/2013:


Ivana è affiancata, nel lavoro sul campo, dalla sua assistente e dal collaboratore di Cowo Andrea Fusco.

Ci auguriamo che questa nuova attività di Cowo possa contribuire in modo significativo alla conoscenza e divulgazione del coworking italiano, portando nuova luce a un fenomeno relativamente conosciuto dai media, ma in realtà ancora poco familiare alla maggior parte degli italiani.

Buon lavoro a Ivana ed Andrea, che hanno appena iniziato il lungo percorso delle videointerviste via Skype, e grazie fin d’ora a tutti i CowoManager che si apprestano a raccontare la loro esperienza di coworking e rete.

Il 14 novembre si parla di coworking al Festival Glocal: Cowo ci sarà!

glocal_logoDal 14 al 17 novembre a Varese si svolge il Festival Glocal, quattro giorni di giornalismo globale e locale e di esperienze che vengono dal territorio.

Tra i molti interessanti appuntamenti, il 14 novembre ci sarà anche un incontro dedicato al coworking, a cui prenderà parte anche Cowo, con la presenza del fondatore Massimo Carraro.

Saremo in ottima compagnia: all’incontro parteciperanno anche il giornalista Dario Di Vico (Corriere della Sera), che di recente ha parlato di coworking sulla testata, e Ivana Pais (Università Cattolica), sociologa attiva sul tema della sharing economy, che abbiamo già incontrato al Cowocamp13.

Completano il panel Marco Pichetto, sindaco di Veglio (Biella), ideatore del Veglio Coworking, e Giampaolo Colletti (Wwworkers).

Ci sembra significativo che si parli di coworking in un festival di giornalismo attento al locale e allo sviluppo: è un segnale di riconoscimento del valore di un progetto come Cowo, che nasce e vive della Rete, producendo una economia condivisa di oltre 500.000 euro all’anno.

E in un festival attento al locale, siamo particolarmente contenti di ritrovare un sindaco come Marco Pichetto, il primo ad aprire e promuovere un coworking pubblico (anche lui ha presentato la sua iniziativa al Cowocamp 13).

Insomma, ci sarà molto di cui parlare: appuntamento al 14 novembre 2013 a Varese, alle 18.00!

Comunicare il coworking: le buone pratiche del Comune di Milano. La presentazione al CowoCamp13.

Una Pubblica Amministrazione può avere un ruolo cruciale nel promuovere e favorire le forme di lavoro flessibili che oggi stanno diventando comuni per imprese e professionisti, non solo creando occasioni per i professionisti e le imprese, ma anche promuovendo le iniziative esistenti.

Cristina Tajani, assessore al Lavoro, su Twitter

Il Comune di Milano si sta mostrando molto sensibile a questi temi e in particolare a quello del coworking: siamo stati quindi molto contenti di avere ospite al nostro Cowocamp13 anche una rappresentante dell’amministrazione, Giuseppina Corvino, che ha raccontato come il Comune si sia interrogato su come sostenere il coworking a Milano e su quali progetti abbia in corso.

Tra le attività in progress vi sono, ad esempio, la concessione di finanziamenti e spazi del Comune a costi agevolati. Ma uno degli obiettivi del Comune era creare soluzioni innovative superando l’eccessiva burocrazia, spesso percepita come un ostacolo per i cittadini che vogliano dialogare con l’Amministrazione.


E una prima iniziativa è arrivata: i voucher da 1500 euro per i coworker che utilizzino gli spazi di coworking mappati dalla Camera di Commercio (si può presentare domanda per i voucher in qualsiasi momento), un incentivo per promuovere l’utilizzo di una pratica innovativa.

Ma il Comune di Milano sta facendo anche un lavoro significativo nel comunicare questi progetti, a partire dall’assessore Cristina Tajani, che spesso parla di coworking e prende parte a iniziative per dialogare con chi opera sul territorio.

Inoltre, vediamo che sperimentano volentieri nuove forme di comunicazione – basti vedere il video di presentazione degli spazi di coworking a Milano, che abbiamo segnalato ieri.

Non male per una “burocraticissima” Pubblica Amministrazione, no?

[Nuova Convenzione Cowo] Hosting Sostenibile per le Cowo Community: 30% di sconto sui servizi di hosting+ CMS WordPress gratuito.

L’avevamo annunciato al CowoCamp 2013, ed ecco qui la terza delle convenzioni Cowo.

Questo volta sono gli amici di Hosting Sostenibile, che molte Cowo community hanno conosciuto durante il tour nei Cowo dello scorso gennaio, ad offrire a Cowo vantaggi speciali, piuttosto interessanti.

(Per chi non li avesse ancora conosciuti, ricordiamo che Hosting Sostenibile è la prima server farm in Italia alimentata direttamente da energia solare in autoconsumo).

Hosting Sostenibile per Coworking Cowo

Da oggi, tutti i Cowo Manager e i loro coworker potranno usufruire dell’esclusiva CONWENZIONE COWO-HOSTING SOSTENIBILE, che permette di ottenere uno sconto del 30% su tutti i servizi di hosting disponibili su Hosting Sostenibile.it.

E la cuccagna non finisce qui: per chi lo desidera, è possibile avere anche l’installazione di un CMS WordPress gratuito.

Per ottenere i codici sconto – immediatamente attivi, da inserire nel check-out del sito all’acquisto del pacchetto di hosting desiderato – basta rivolgersi a info@hostingsostenibile.it dichiarando lo spazio Cowo di riferimento.

A nome di tutte le community degli 80 spazi Cowo presenti sul territorio, un grosso grazie a Beppe Cataudo di Ecologie Digitali per questa ottima conWenzione!