Coworking o Self-Storage? La risposta di Cowo Milano Est/Segrate è: entrambi!

Segrate Coworking - Paola Monti e Giovanni Tronchin

Alle porte orientali della città di Milano, ha aperto da qualche settimana uno spazio Coworking ampio… in ogni senso: non solo nella disponibilità di spazi e servizi, ma anche nella mentalità di ampie vedute che caratterizza i gestori, Paola e Giovanni.

Il loro percorso professionale passa per una importante esperienza di gestione spazi, non tanto per le persone quanto per le cose.

Sono infatti i titolari di Self-Storage Milano Est .

Abbiamo chiesto a questo team di presentarci la loro visione del Coworking, e Paola, gentilmente, ha accettato di raccontarci come lavorano.

Ecco l’intervista.

Cowo® – Ciao Paola, come si passa dal Self-Storage al Coworking?

Paola – Beh, è stato un passaggio lungamente ponderato.

Ovviamente i criteri che regolano le due attività sono completamente differenti, ma credo che una sensibilità di base alla gestione sostenibile degli spazi abbia aiutato., se non altro a orientare la nostra analisi.Segrate Coworking - Giovanni Tronchin

Ora siamo organizzati con due edifici separati,  collegati da un un unico accesso.

Direi che le due attività si integrano molto bene. Lato Self-Storage abbiamo spazi che si allargano, si restringono e si trasformano adattandosi alle esigenze che via via si manifestano, da un metro quadrato in su.

Allo stesso tempo, quando abbiamo progettato il Coworking siamo stati attenti a realizzare spazi diversi, dalla postazione volante, a uffici ad uso esclusivo di varie dimensioni.

Direi che la flessibilità – unita a una corretta proposta commerciale, dove i prezzi sono sostenibili – è la cifra che unisce i due “mondi”.

E poi c’è la relazione, che nel Coworking è uno degli elementi chiave, e ci piace per questo!

Cowo® – Nel vostro Cowo®, appena inaugurato a Milano Est/Segrate, non ci sono solo postazioni e uffici, ma anche uno spazio palestra ed un’area multifunzione: puoi dirci cosa c’è alla base di questa scelta?

Come dicevo, per noi Coworking è soprattutto rete di relazioni, massima flessibilità e benessere.

Per questo abbiamo dato molta importanza agli spazi conviviali e comuni, e anche alle aule che si potessero trasformare per essere utilizzate in modi diversi e per attività varie.

Ci piace molto l’idea che un unico spazio di Coworking possa “cambiare pelle” più volte al giorno.

Nasce così l’idea di uno spazio versatile nella sua essenzialità e ampiezza, uno spazio che possa essere utilizzato – perché no – anche per prendersi una pausa dal lavoro e tenersi in forma.

Cowo® – L’inaugurazione dello spazio ha proposto un insieme di iniziative: com’è andata?

L’inaugurazione dell’11 maggio scorso è andata molto bene, avevamo organizzato diverse attività per incontrare i gusti più diversi, dal laboratorio di Kintzugi ad una sessione di Zumba, passando per un seguitissimo spettacolo di cabaret adatto a tutti.

E poi tanta musica sia dal vivo, sia selezionata da un ottimo Dj.Inaugurazione Coworking Segrate Work&Co

La partecipazione è stata altissima, sicuramente superiore alle aspettative.

Questo risultato ci ha entusiasmati tanto che stiamo valutando la possibilità di sfruttare lo spazio per eventi serali.

In effetti oltre agli uffici, ci sono molte parti comuni che si prestano ad accogliere eventi di ogni genere.

Cowo® – Sappiamo che svolgete anche attività particolari, legate al sociale… puoi parlarci dell’ultima iniziativa per i nonni?

La nostra prima coworker, oltre ad occuparsi di strumenti compensativi per bambini con difficoltà di apprendimento, è una counselor specializzata nella mediazione famigliare.Segrate Coworking Seminario Kintzugi

Interviene sopratutto nei casi di separazione, in particolare quando sono presenti dei figli.

È fondamentale infatti che i figli vengano tutelati e non coinvolti nelle liti fra i genitori.

Altrettanto importante è che i nonni non si schierino ma che possano offrire ai nipoti uno spazio sereno e accogliente.

Alessandra offrirà quindi ai nonni strumenti e spunti di riflessione per permettere di essere più consapevoli nel loro ruolo.

Un altro incontro rivolto ai nonni riguarderà – più avanti – l’uso delle nuove tecnologie, aprendo loro nuove possibilità di comunicazione verso i nipoti, sopratutto nei casi in cui la lontananza non permette una frequentazione costante.

Pensiamo che il rapporto nonni e nipoti debba essere favorito il più possibile nell’interesse di entrambi.

Si potrà osservare che sono attività non direttamente collegate al mondo Coworking, ma a nostro parere il Coworking è qualcosa di fortemente legato al territorio, per questo ci piace pensare che la nostra proposta possa essere interessante anche per iniziative in grado di incrociare la proposta di uffici e postazioni con l’offerta di occasioni formative, e magari anche ricreative.

Vai alla presentazione dello spazio Coworking Segrate Milano Est/Work & Co

 

Segrate Coworking - Paola Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuti in Cowo®, la Rete dei Coworking Indipendenti.