La sfida culturale del lavoro agile, il ruolo di Milano e il bello del coworking.

Lavoro-Agile-Coworking-MilanoIl prossimo 18 febbraio 2016 si terrà a Milano la Terza Giornata del Lavoro Agile.

Per il terzo anno consecutivo l’Amministrazione Comunale cittadina stimola e incoraggia un programma di lavoro e un orario flessibile (“Agile” appunto) per un giorno, con approccio concreto e sperimentale.

La Giornata del Lavoro Agile suggerisce  una modalità di lavoro che non richieda la presenza fissa in ufficio, ma consenta comunque di svolgere il proprio lavoro.

E’ stato dimostrato durante queste sperimentazioni, giunte al terzo anno, che i vantaggi in termini di minori emissioni di CO2 e maggior vivibilità della città sono concreti: meno 150.000 km percorsi nell’edizione 2014 e meno 170.000 km nel 2015.

Questo grazie alle 150 realtà che hanno partecipato sul territorio milanese.

E’ una sfida culturale, alle aziende e al mondo del lavoro nel suo complesso: lavorare bene, senza stress inutili e costi ormai senza senso si può, e porta vantaggi a tutti.

Quello che a noi pare importante è proprio l’aspetto profondo, di cultura del lavoro, che la città lombarda pone sotto gli occhi di tutta la comunità nazionale.

Ed anche in modo in cui lo fa: attraverso un’idea trasversale, capace di coinvolgere aziende, professionisti, dipendenti nonché – grazie ai vantaggi indiretti – tutti i cittadini.

Milano apre la strada – e gli occhi – a tutti, aziende, persone, enti: modalità di lavoro più intelligenti esistono già, e creano più sostenibilità per tutti.

E’ davvero interessante come le Giornate del Lavoro Agile, ormai da tre anni, avvicinino realtà e soggetti apparentemente lontani, diversi e – soprattutto – con interessi divergenti.

Ma gli interessi divergenti, in un modello improntato alla sharingLavoro Agile a Milano economy come quello proposto da Milano,  si ricombinano coinvolgendo su piani diversi tutti gli attori degli scenari lavorativi, portando benefici a tutti.

E’ quello che sosteniamo da sempre, nel divulgare il tema del coworking:

Un dipendente che lavora vicino a casa e non deve sopportare 2 ore di stress per andare in azienda, dove oltretutto il suo ufficio ha un costo importante:

  • è più felice e lavora con motivazione diversa
  • non intasa le strade e i parcheggi
  • non inquina
  • sta più tempo con la sua famiglia
  • risparmia all’azienda i costi della sua postazione di lavoro

La centralità degli spazi di coworking in tutto questo è lampante: sono i coworking il motore di questa piccola-grande rivoluzione, e non certo per l’organizzazione strutturale – anche se è importante che gli spazi siano efficienti  – ma per la capacità generativa di un nuovo modello culturale applicato al lavoro.

In conclusione, la Giornata del Lavoro Agile è un laboratorio straordinario, in grado di sviluppare in modo concreto e duraturo approcci nuovi al lavoro, decisamente più adeguati agli scenari attuali e più sostenibili per tutti.

Per vedere gli spazi di coworking che partecipano alla Terza Giornata del Lavoro Agile a Milano, è stata creata questa pagina, dove è anche possibile prenotare una postazione gratuita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>