Perché fare una giornata gratuita al Cowo? Perché per capire occorre sedersi e lavorare.

Coworking prova giornata gratuitaQuando si arriva in un coworking, non tutte le domande giuste vengono in mente subito.

I Cowo più organizzati ti consegnano del materiale stampato con alcune informazioni di base (prezzi, servizi, orari ecc), qualcuno ti fa fare il giro delle scrivanie, magari si crea l’occasione di un breve scambio con qualche coworker presente.

Eppure, la scelta del coworking migliore per le esigenze di ognuno passa sempre da un contatto un po’ più prolungato.

Perché per capire, occorre sedersi e lavorare.

Intanto, così si testa subito la connessione internet, non certo di poca importanza.

Poi si prova l’ambiente.

Come ci si trova a lavorare in quel luogo? Che effetto fa dopo 2 ore di lavoro? E dopo 6? Com’è la seduta? C’è rumore? Come si comportano gli altri coworker tra loro? Le ore scorrono piacevolmente, oppure si sente qualche problema? La persona che vi ha accolto è presente, collaborativa?

Per tanti buoni motivi, insomma, la giornata gratuita è da fare.

E se non la propone il Cowo di propria iniziativa, si può cortesemente richiedere.

[Foto: Coworking Cowo/Login]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>