[Dal Cowo Manifesto] Punto n. 3: I coworker non sono clienti. Sono professionisti che lavorano con te.

Chi ci conosce sa con quanta attenzione cerchiamo di comunicare nel modo corretto ciò che riteniamo le buone pratiche del coworking.

Per questo, ormai da un po’ di tempo, è nato il Cowo Manifesto, i 10 punti che identificano cosa significa coworking per noi.

I prini post di approfondimento sono già usciti (qui il post sul punto 1 “Coworking, senza le persone che lo praticano, è solo una parola“, mentre il punto 2, “Rendiamo il lavoro un’esperienza migliore, grazie alla condivisione quotidiana di spazi e conoscenze”, si trova qui e il punto 10, “Coworking is a labour of love”, qui), in questo post parliamo di qualcosa che ha a che vedere con la relazione e il linguaggio.

In sostanza, cerchiamo di mettere in luce che la persona che lavora al Cowo non è un cliente – anche se può sembrare, dato che paga una quota per la postazione – ma un professionista che fa parte del nostro network.

Per questo amiamo ribadire che:

I coworker non sono clienti. Sono professionisti che lavorano con te (Punto 3 del Cowo Manifesto) 

Al coworking non ci sono clientiE’ anche un fatto di linguaggio, che denota come sempre un atteggiamento, un modo di porsi.

Le relazioni nel coworking sono un sistema aperto, che può comprendere collaborazione, networking e – perché no – allegria.

Ricordiamo che il Cowo Manifesto è disponibile in varie lingue: ItalianoFranceseSpagnoloOlandese e Russo.

Qui la versione italiana:

IL MANIFESTO COWO – COS’E’ IL COWORKING PER NOI.

  1. “Coworking”, senza le persone che lo praticano, è solo una parola.
  2. Rendiamo il lavoro un’esperienza migliore, grazie alla condivisione quotidiana di spazi e conoscenze.
  3. I coworker non sono clienti. Sono professionisti che lavorano con te.
  4. Facciamo parte di una community allargata, e dialoghiamo.
  5. Nel nostro modello, la relazione viene prima del business.
  6. I nostri skill professionali sono costantemente migliorati dalla community.
  7. Non crediamo nella competizione, e questo ci rende estremamente competitivi.
  8. Il coworking gode della migliore strategia di marketing che si possa immaginare: la felicità.
  9. Il coworking è sempre l’inizio di qualcosa.
  10. “Coworking is a labour of love” (Tara Hunt)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>