[Cowo Manifesto] Punto n. 10: “Coworking is a labour of love”.

Cowo è iniziato alcuni anni fa ed è cresciuto come forse nemmeno immaginavamo, dandoci molte soddisfazioni.

Molto tempo fa avevamo scritto un manifesto del coworking, il Cowo-manifesto, dieci punti per mettere a fuoco cosa è il coworking per noi e per raccontarlo anche agli altri. In questi anni è stato la nostra guida e – cinque anni e mezzo dopo – non ne cambieremmo una virgola!

In questi giorni abbiamo pensato che sarebbe bello ripercorrere i dieci punti del Cowo-manifesto, di cosa è il coworking per noi, ogni giorno. Speriamo vi ispirino… e vi diano delle buone idee!

Ci piace iniziare proprio dal punto 10, una frase di una delle prime persone a credere nel coworking, Tara Hunt: “Coworking is a labour of love”.

Tara Hunt (con Brad Neuberg e Chris Messina) è stata tra i pionieri del coworking, fondando CitizenSpace, nel 2006 a San Francisco.

Citizen Space oggi
Citizen Space oggi

L’esperienza dell’open source e dei barcamp, la volontà di usare la Rete anche per creare legami locali e imparare dagli altri: proprio da queste riflessioni ha iniziato a svilupparsi la filosofia coworking, basata su quattro pilastri: collaborazione, apertura, comunità e accessibilità.

Il coworking è uno spazio basato sulle persone, sulle relazioni. Di questo Tara Hunt ha fatto tesoro nella sua carriera e ne ha parlato in chiave business nel suo saggio The Whuffie Factor, in cui spiegava che la differenza nel business 2.0 l’avrebbe fatta il capitale sociale, i contatti, le relazioni. Le persone, insomma.

Lo abbiamo detto molte volte: il coworking è sempre l’inizio di qualcosa. E, guarda caso, questo è proprio il punto 9 del nostro manifesto, che potete leggere per intero qui sotto.

IL MANIFESTO COWO – COS’E’ IL COWORKING PER NOI.

  1. “Coworking”, senza le persone che lo praticano, è solo una parola.
  2. Rendiamo il lavoro un’esperienza migliore, grazie alla condivisione quotidiana di spazi e conoscenze.
  3. I coworker non sono clienti. Sono professionisti che lavorano con te.
  4. Facciamo parte di una community allargata, e dialoghiamo.
  5. Nel nostro modello, la relazione viene prima del business.
  6. I nostri skill professionali sono costantemente migliorati dalla community.
  7. Non crediamo nella competizione, e questo ci rende estremamente competitivi.
  8. Il coworking gode della migliore strategia di marketing che si possa immaginare: la felicità.
  9. Il coworking è sempre l’inizio di qualcosa.
  10. “Coworking is a labour of love” (Tara Hunt)

E ora, se avete ancora qualche minuto, ascoltate i fondatori raccontare come hanno avuto l’idea:

Il Cowo Manifesto è stato diffuso in ItalianoFranceseSpagnoloOlandese e Russo.

Qui sotto la versione inglese:


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>