Coworking Cowo fa parte del Comitato d’Indirizzo per Milano Capitale delle Startup.

Notizie come questa ci fanno improvvisamente crescere, e sentire l’importanza di ciò che stiamo facendo.

E’ davvero un onore per Cowo essere invitato – nella persona del suo fondatore Massimo Carraro – a far parte del ristretto numero di persone coinvolte dal Comune di Milano e dalla Camera di Commercio a far parte del Comitato d’Indirizzo per Milano Capitale delle Startup.

Tra le finalità del gruppo di lavoro:

  1. Stabilizzare il coordinamento dell’ecosistema startup;
  2. Redarre uno o più documenti sulla base degli spunti emersi;
  3. Proseguire il dialogo già avviato con il Governo Italiano, stimolando il processo di elaborazione legislativa

Le persone coinvolte:

  • Emil Abirascid 
  • Matteo Bartolomeo 
  • Matteo Bogana 
  • Massimo Carraro 
  • Gianluca Dettori 
  • Alberto Masetti-Zannini 
  • Andrea Messuti 
  • Roberto Randazzo 
  • Diana Saraceni 
  • Massimo Sideri

Naturalmente, Cowo darà il suo contributo in materia di coworking, tema giustamente ritenuto dall’amministrazione comunale e dalla Camera di Commercio contiguo a quello della nuova impresa.

Ci impegneremo a fondo per portare al comitato ciò che ogni giorno – da 4 anni – apprendiamo dal mondo delle giovani imprese che si rivolgono ai nostri spazi, spesso con il cuore e la mente pieni di “voglia di spaccare”, ma spesso con le gambe bloccate da lacciuoli burocratici di ogni tipo.

Una situazione che conosciamo fin troppo bene, in grado di azzerare drammaticamente ogni talento imprenditoriale sul nascere.

Ci piace ricordare che a Milano, anche in tempi di crisi, nascono mille imprese al mese.

Ci piace pensare che nascano anche, in piccola parte, perché esiste una cosa che si chiama Cowo.

Mentre ringraziamo per questa importante chiamata, ricordiamo che il lavoro del comitato darà continuità alle basi gettate il 26 giugno al convegno “Milano Capitale delle Startup.

A breve il comunicato stampa ufficiale.

5 pensieri su “Coworking Cowo fa parte del Comitato d’Indirizzo per Milano Capitale delle Startup.”

  1. Non posso che complimentarmi con Massimo che vede meritatamente riconosciuto il suo entusiasmo nel portare avanti temi che sono alla base di uno sviluppo sostenibile, scevro da demagogie e assistenzialismi.
    La pubblica amministrazione ha visto lungo nel farlo propria risorsa.
    Massimo è il coworking-manifesto: dove non sa.. sa chi sa; condivide la rete che ha creato mettendola a servizio di chi ha da dare altrettanto in cambio.

    1. Grazie Fabio, sei davvero gentile a sottolineare queste cose.
      Come sai per essere nel progetto Cowo fin dall’inizio, buona parte del merito del lavoro svolto è anche vostro, degli affiliati che tengono viva la motivazione del sottoscritto e rappresentano la concreta attuazione di un’idea.
      Insomma, non è per dire una frase fatta, ma è un lavoro di team più di quanto sembri.
      Infine essere chiamato “coworking manifesto” è uno dei complimenti più belli che potessi farmi!
      A presto e continuiamo così, fedeli alla nostra idea di rete, e lavorando sodo per cambiare quel pezzetto di mondo che è intorno a noi.
      Come sempre, se tutti faremo qualcosa di buono, i cambiamenti avranno rilevanza e significato. In fondo, nel nostro piccolo, stiamo già dimostrando questa tesi, no? :-)
      Massimo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>